Marino Ficola

Marino Ficola

Ombra

14 aprile – 26 maggio 2019

Lavori che si muovono al confine tra reale e onirico, tra animale e umano.

La rappresentazione dell’animale ha operato attraverso le epoche e le civiltà come rivelatrice di stati d’animo, preoccupazioni, bisogni, immaginazione e desideri. Il rinoceronte, l’orso o il cervo che troveremo in mostra non sono usati allegoricamente da Ficola ma in modo più diretto ed esplicito come vera e propria proiezione umana. È l’artista a precisare che per lui: «l’animale è l’incubo, il tormento o il sogno. L’animale è l’ombra che sta dietro di me».

Dal bestiario presentato allo Spazio Ulisse sprigiona la forza paradigmatica del grande animale, la furia, l’istinto, la potenza. Ficola ci accompagna in profondità, fino alle implicazioni legate al mito e giù all’origine. Ci porta all’animale, a vederne l’ombra, la nostra.

Marino Ficola - Ombra

Marino Ficola

Nato a Castiglione del Lago nel 1996; si diploma al Liceo Artistico Bernardino di Betto, prosegue gli studi all’Accademia Pietro Vannucci di Perugia. Inizia con il progetto Opera Prima, in cui espone l’installazione “Il Il lavoro di Marino Ficola è ben strutturato all’interno di una pratica di natura principalmente scultorea, realizzata attraverso l’impiego di un’ampia gamma di materiali e tecniche: tradizionali e non. Nato a Deruta nel 1969 dove vive e lavora. Accademico di merito all’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia. Ha iniziato la sua attività espositiva nel 1995. Negli anni ha esposto le sue opere in numerosi spazi privati e pubblici, in Italia e all’estero.

Marino Ficola - NotturnoMarino Ficola - RinoceronteMarino Ficola - NotturnoMarino Ficola - OmbraMarino Ficola - OmbraMarino Ficola - NotturnoMarino Ficola - RinoceronteMarino Ficola - OrsoMarino Ficola - Ombra